Archivi categoria: parole d’altri

LIBRIC-À-BRAC / QUATTRO

C’era una volta in Italia È così facile odiare. Ne è capace pressoché chiunque: si odia l’altro perché è altro, non assimilato né assimilabile a sé ─ non più, non ancora ─, qualsiasi cosa sé voglia dire o dica, qualsiasi … Continua a leggere

Vota:

Pubblicato in auroralia, parole d'altri | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

CONTROSCRITTURE TRE / #rogodilibri

    Avevo promesso un aggiornamento sulla campagna nata e cresciuta intorno ai deliranti proclami Donazzan-Speranzon e, nella fattispecie, i link ai testi da diffondere presso le vostre conoscenze all’estero (se aspettiamo che a far uscire l’Italia da questo pantano … Continua a leggere

Vota:

Pubblicato in avvisi ai naviganti, babau, parole d'altri, poesie, violenza | Contrassegnato , , , , , , , , | 6 commenti

LIBRIC-À-BRAC / TRE

  Immaginate un caleidoscopio: da fuori sembra solo un tubo, con un forellino da una parte e un vetro opaco dall’altra. Nulla di che. Ma avvicinate l’occhio al forellino ed ecco un mondo intero, mutevole ad ogni più piccola scossa … Continua a leggere

Vota:

Pubblicato in avvisi ai naviganti, parole d'altri, racconti brevi | Contrassegnato , , , , , , | Lascia un commento

LIBRIC-À-BRAC / DUE

  “Chiamatemi Ismaele, ho bisogno di parlargli.”   Se Lezioni di tango (raccontate da una principiante) è “solo” un libro sul tango, Moby Dick è “solo” un libro sulla pesca. O sulla caccia. O sulle balene. Ma che bella apertura. … Continua a leggere

Vota:

Pubblicato in avvisi ai naviganti, parole d'altri | Contrassegnato , , , , , , , , | 6 commenti

LIBRIC-À-BRAC / UNO

  [I libri, inutile ripeterlo (ma chi ha mai detto che scrivere sia l’arte dell’utile?), hanno vita propria. Si nascondono quando li cerchi, tanto da costringerti a procurartene un altro identico che identico non è, e molto si potrebbe conoscere … Continua a leggere

Vota:

Pubblicato in avvisi ai naviganti, parole d'altri, poesie | Contrassegnato , , , , , , | 4 commenti