Archivio dell'autore: UtoFia

Informazioni su UtoFia

In ogni caso nessun rimorso

Mayor Von Frinzius ovvero il dito, la luna e la merda

In questi giorni la compagnia con cui ho la fortuna di collaborare da un anno e mezzo e la sua ultima opera teatrale, Agàpe – ti manca chi c’è, t’innamori di chi manca sono state al centro di una polemica … Continua a leggere

Vota:

Pubblicato in autobiografie, avvisi ai naviganti | Contrassegnato , , , , , , , , , , | 7 commenti

ADA L’IMPAVIDA – Sette / Due lettere albanesi

(Ringrazio Alfredo, figlio di Ada, per questi due documenti) Tirana 19/3/1940 – XVIII Miei cari parenti vi scrivo questa mia per farvi sapere che godo di ottima salute come spero di voi tutti. Essendo la settimana santa ci anno concesso … Continua a leggere

Vota:

Pubblicato in racconti inediti, racconti lunghi | Contrassegnato , , , , , , , , , , | 3 commenti

ADA L’IMPAVIDA – Sei / È fatta

“[La storia] viene riscritta giorno dopo giorno e come un’umile e santa rammendatrice riempie pian piano i vuoti.” Roberto Bolaño, I dispiaceri del vero poliziotto, trad. di Ilide Carmignani, Adelphi 2012 Via, anche questa è fatta. Son bell’e morta, ora, … Continua a leggere

Vota:

Pubblicato in racconti lunghi, Uncategorized | Contrassegnato , , , , , , , , , | 2 commenti

ADA L’IMPAVIDA – Cinque / Il mondo

Se ne sta andando. Credono che un li senta, che un li veda, scrollano il capo come a fanne cade’ i pensieri: ma quelli e non cadono, là stanno e là restano. I loro, e i miei. Perché ne ho … Continua a leggere

Vota:

Pubblicato in racconti dal ventunesimo secolo, racconti inediti, racconti lunghi | Contrassegnato , , , , , , , , , , , | 13 commenti

LIBRIC-À-BRAC / QUATTRO

C’era una volta in Italia È così facile odiare. Ne è capace pressoché chiunque: si odia l’altro perché è altro, non assimilato né assimilabile a sé ─ non più, non ancora ─, qualsiasi cosa sé voglia dire o dica, qualsiasi … Continua a leggere

Vota:

Pubblicato in auroralia, parole d'altri | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

ADA L’IMPAVIDA – Quattro / Il mardimàre

Impavida, mi dite, ma io non sono impavida. Anzi, oggi ho paura di tutto, anco delle parole. Perché ci son parole che un me le ricordo, che un so più e che voglian dire, altre che invece le so ma … Continua a leggere

Vota:

Pubblicato in racconti a puntate, racconti dal ventunesimo secolo, racconti inediti | Contrassegnato , , , , , , , , | 4 commenti

ADA L’IMPAVIDA – Tre / La cugina militare

Qui le ore un mi passan mai. Un po’ che un mi mòvo più tanto bene e gli ossi un mi tengono, un po’ che un sento più come una volta e anche la radio dopo un po’ mi dà … Continua a leggere

Vota:

Pubblicato in racconti brevi, racconti inediti | Contrassegnato , , , , , , , , , , , | 6 commenti

ADA L’IMPAVIDA – Due / La madonna e il figlio dell’anarchico

Credevo che era più facile raccontare storie, invece è come un lavoro e io sono stanca, ho lavorato tanto, cucito tanto, tutta la vita dalle cinque a mezzanotte, da buio a buio, sempre con l’ago sotto le dita: ma la … Continua a leggere

Vota:

Pubblicato in racconti brevi, racconti inediti | Contrassegnato , , , , , , | 15 commenti

ADA L’IMPAVIDA – Uno / Eugenio e i fogli verdi

Allora, io avevo un fratello (veramente ne avevo due: ed eravamo due sorelle, ma di questo vi parlo un’altra volta) che mi somigliava tanto: se trovo una foto ve la faccio vedere. Eugenio, si chiamava. Era più piccino di me … Continua a leggere

Vota:

Pubblicato in racconti brevi, racconti dal ventunesimo secolo, racconti inediti, Uncategorized | Contrassegnato , , , , , , | 15 commenti

NORMALE COME RESPIRARE / DUE / N’JEENA E NINA

    Il suo nome è diventato Nina, perché N’Jeena non lo riuscivano a pronunciare. Com’è diversa la lingua, in questo paese. La storia con Carlo è durata poco, anzi: non è stata una storia. Una specie di finta, piuttosto, … Continua a leggere

Vota:

Pubblicato in racconti brevi, racconti dal ventunesimo secolo, racconti editi | Contrassegnato , , , , , | 2 commenti